Sito econnet



 23 maggio 2018


L’anno scorso Equifax, Yahoo! e Uber, a causa di WannaCry, hanno subito importanti furti dei dati. È errato però pensare che questi attacchi siano rivolti solo alle aziende più grandi. La realtà invece è che è facile diventare vittime di una grave violazione dei dati, spesso perché non si fa una verifica completa sulla sicurezza delle e-mail. Se si desidera mantenere sotto controllo la sicurezza della posta elettronica, è necessario conoscere attentamente i rischi.

Scopri quali sono le 4 maggiori minacce alla sicurezza della posta elettronica nel 2018


Spearphishing - Sono il tipo più sofisticato di attacchi e mirano a carpire la fiducia del destinatario della e-mail, includendo nel messaggio dati legalmente accessibili su Internet.

Ransomware - Questo malware può includere virus, worm, trojan e spyware che possono consentire l'accesso a tutte le informazioni memorizzate nel computer.

Minacce basate su URL - Queste richieste appaiono spesso reali e possono contenere loghi aziendali familiari e pagine Web abilmente falsificate.

Business e-mail compromise (BEC) - In un attacco BEC, l'attaccante si presenta come l'amministratore delegato e ordina a un lavoratore di emettere un pagamento immediato.

Vade Secure grazie agli oltre 10.000 algoritmi euristici, con otto livelli di analisi, verifica ogni giorno miliardi di messaggi in tutto il mondo. È così in grado rilevare minacce note e sconosciute come malware zero-day, varianti di ransomware e persino sofisticati attacchi di social engineering, incorporati nelle e-mail di phishing. Questa analisi globale viene quindi combinata con l'analisi locale e comportamentale per studiare stili e abitudini organizzative e individuali e quindi identificare modelli sospetti.

Riprendi il controllo delle tue e-mail

Richiedi un'offerta per una protezione completa con Vade Secure




seguici su twitter seguici su facebook seguici su Linkedin