Sito econnet


 29 gennaio 2020

Le indicazioni G DATA sulla sicurezza informatica nel 2020

Gli esperti di G DATA CyberDefense hanno indicato i principali pericoli che minacceranno le aziende e i privati nel 2020. Nuovi schemi di attacco, principalmente basati su applicazioni preinstallate standard Windows, nonché la distrazione di alcuni lavoratori comprometteranno in misura maggiore la sicurezza informatica.


Negli attacchi Living Off The Land, i criminali informatici combinano strumenti standard di Windows, come Powershell e Bitlocker, con script dannosi per spiare le password, cifrare i dati e chiedere un riscatto.
Le PMI sono sempre più al centro degli attacchi informatici, poiché sono spesso l'anello meno protetto della filiera. Qui, tutti i settori sono chiamati a implementare i propri standard di sicurezza IT.
Le persone possono essere un veicolo per gli attacchi informatici. Occorre adottare misure che aumentino la conoscenza della sicurezza. Le aziende devono investire in attività di formazione per i propri dipendenti.
Sempre maggiormente si fa uso di smartphone e tablet sia in azienda che in casa. Le applicazioni per il controllo di dispositivi intelligenti e per i pagamenti online possono essere un veicolo per il furto di dati.

Il modello di business della criminalità informatica è fiorente e sempre più specializzato. Per contrastare attacchi sempre più subdoli e perfetti occorre dotarsi di strumenti, come G DATA, che comprendano un'analisi intelligente del comportamento. È importante inoltre un maggiore impegno nella formazione dei lavoratori. A livello privato occorre contrastare la sempre maggiore diffusione di applicazioni che violano la privacy come i cosiddetti Stalkerware.

Listino G DATA